Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Auguri a tutti

Luce – martAmara

***

.luce che vinca il buio
la notte breve
ceda il passo
alla strada del giorno

.rotola ombra
sopra i granai
che sfidano
la carestia

.spandi scintille
speranza piena
nella sera
al saluto del sole

.culla i sogni
i migliori
così fugaci
senza tempo

.resistenti nella cometa
della nascita

auguri tutti voi

.marta

.sono una nota

Acquerello di mM

.Sono una nota
a margine
mi dispongo di lato
.non vista
a matita
(sottolineo\cancello)
cerco di ricordare

.Sono una nota
che legge il corsivo
senza maiuscolo
senza punteggiatura
.vado libera
al confine

.Sono una nota
poco musicale
più atona
col tempo sbiadisco
ma resta traccia
profonda
alla prima parola

Sono una nota
che ricorda.

Io sono una libraia felice

Io salvo libri.

Perchè sono cosa viva, in tutti gli aspetti: chi li scrive, chi li legge, chi è nelle pagine.

E soprattutto fatti di elemento vivo: gli alberi.

Io sono una libraia felice – @lamonicamaggi

Questo articolo è un Reblog

Come nasce l’idea di “Pagine Viaggianti”?

Per prima cosa dal mio innamoramento infinito e mai sopito (inizio a leggere a cinque anni) per il libro, inteso sia come lettura che come oggetto. Credo che sia una cosa magica.

Tant’è che nel 2009 mollo tutto, e cioè un lavoro affermato e ben pagato di giornalista e apro una libreria di frontiera: Morlupo, hinterland a nord di Roma e in un centro commerciale.

Lì ho vissuto tre anni durissimi e meravigliosi da cui è nato il progetto.

Nel 2012 chiudo la libreria, creo l’associazione Libra e nasce Pagine Viaggianti.

Continua a leggere QUI

–oOo–

“Le pagine viaggianti” in un video:
https://www.youtube.com/watch?v=azIKyDjVnLo&feature=youtu.be

La sua pagina su Instagram:
https://www.instagram.com/io_sono_una_libraia/

La sua pagina su Twitter:
https://twitter.com/lamonicamaggi/media

“Perchè non chiede almeno 20-50 centesimi a libro?”

Non vendo nulla, rimetto in circolo. La lettura deve essere una scelta assolutamente libera.

tumblr_b37f0f5e249a62b6bbd8fa4bdaa87fa7_77c9cf31_500

Quanto è lontano il confine? Si sale dall’internoverso l’aria stanca delle cosesi va incontro alla .terra.durail .nocciolo dell’ignoto E’ il confine .lungo un piede:di qua iodi là me .basta un saltoun .passoun .respiro per la positività mM

Pansodia

*

paolo   fresu

***

 

Un momento di pausa dal blog, solo un tempo per ripredere la lettura lasciata per poca concentrazione.

un caro saluto a tutti

.marta

.libera

mM – Acquerello

*

 Silvia Romano

*

 

.ascolto

mM – Acquerello

Mi piace quando no so
Mi piace quando non vedo
E quando, distratta
Inciampo

Quel che mi piace é quando sento
Ascolto
Sotto lo sterno
La vita che ancora
Chiede

E dona

 

mM

.la notte

mM – Acquarello

 

*

La notte
entra piano dalle finestre
e così il mandolo fiorito
rassicura, sussurra
che ci saranno sogni
e poi il riposo
pausa di pensieri
e del fare.

La notte
contiene felicità
quiete
S’addormenta, il fiume
l’acqua che sveglia
piega i piccoli steli
e li culla.
Il pensiero è oltre la riva.

La notte
è la culla delle stelle
alfabeti e arabeschi
che indicano
vie, strade
di ritorni e speranze.
E arriva la coscienza
muta
delle cose.

mM

***

Nell’attesa della luce, Buone festività

 

*

 

INIZIATIVA CARTESENSIBILI: agli autori e ai lettori che vogliono partecipare …ci incontriamo in questa piazza di carta sempre sensibile — CARTESENSIBILI

 

Mi pare un’interessante inziativa, sul blog Cartesensibili le indicazioni per partecipare.

 

 

PIAZZA C(arte)sensibili La diffusione dell’epidemia ci confina nelle nostre abitazioni private, ma in tutti noi è ancora forte la tensione politica. Essere cittadini, condividere esperienze, scambiare opinioni, ascoltare voci e a queste rispondere. Cartesensibili ha deciso per il prossimo numero di lanciare la seguente iniziativa: riunire nel suo spazio di pubblicazione le voci […]

 

via INIZIATIVA CARTESENSIBILI: agli autori e ai lettori che vogliono partecipare …ci incontriamo in questa piazza di carta sempre sensibile — CARTESENSIBILI

Alla città e al mondo.

 

*

Immagine sospesa nel silenzio delle parole che si fanno perdono.

 

***

“Ci siamo illusi di rimanere sani in un mondo malato.”

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: