Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Mese: settembre, 2014

Secretary Cabinet

*

The roentgens’

Patasnella Demo

*

Gabriele Cento

.D’Azzurro

 

Carreras.it

Carreras.it

La .sabbia
Riposa tra ciuffi
D’erba fiorita

Sei la mia poesia
.Mare

Compagno di giorni
Che .attende l’estate
Nell’ indecisione
Dell’onda a riva

.Reti
A maglia larga
.Centrini (scenari-scenografie-ricami)

D’.azzurro cielo.
mM

Joga

*

Bjork

Suggerita da: Vanni

.e sono due

 by popoks

by popoks

 

Ho pensato di festeggiare distribuendo lettere alla rinfusa; elencandole qui sotto. Vediamo se riuscite a completare una piccola poesia 🙂

Auguri a voi

grazie

**o**

ridi

leggera

intorno

è

diventa

ti

testa

chiara

roba 

quando 

quella

e

l’aria

più 

gira

che

alla

Underrated Results

johan  troch

*

Sono momenti belli: c’è silenzio
e il ritmo d’un polmone, se guardi dai cristalli
quella gente che marcia al suo lavoro
diritta interessata necessaria
che ha tanto fiato caldo nella bocca
quando dice buongiorno

E. Paglierini

Uno stralcio, una bozza, un frammento

“Funziona così con tutti i lavori. Sei nuovo e devi imparare. Ti danno la divisa, la indossi, ti spiegano in che cosa consiste il lavoro. Ti consigliano di fare domande se non hai capito qualcosa. La maggior parte delle persone finge di aver capito.”

E poi succede che fai un incontro, inaspettato e sorprendente. Un nuovo blog ; pensieri tuoi messi neri su bianco.

Marcolupo's Blog

Rogier van der Weyden, Deposizione, dettaglio del volto di Giuseppe d'Arimatea

«Lei è mai vissuto in un’epoca che non fosse di transizione?»

Péter Esterházy, Il libro di Hrabal

 

 

 

Parlandone socchiudeva gli occhi e abbassava la voce. Diceva cose sulla divisa, sul fatto di essere in un territorio nuovo, barbaro. Diceva che la divisa ti cambia. La divisa del lavoratore che viene indossata, diceva, è un territorio vergine di cui non puoi immaginare i confini. Devi fare uno sforzo di immaginazione. Oppure dovresti provare. Diceva, provare significa indossare la divisa blu o la divisa gialla, partire da casa con la preoccupazione della divisa pulita, in ordine. Questo è il primo passo. L’ultimo passo è tornare a casa con la preoccupazione di lavare la divisa, di fare in modo di avere due divise. Una la passa l’azienda per cui lavori, l’altra la acquisti. La sera, dopo il turno, dopo le ore di lavoro che hanno un limite che può essere…

View original post 840 altre parole

Dedicata

Le dediche si portano a casa perché sono pensieri. E i pensieri sono doni.
Grazie

photo

GSN_6389D

  Ciao Marta  (tramedipensieri.wordpress.com)

Se piove non è lo stesso in casa o fuori
al tavolo di un bar
vuoto nel vuoto, scuro
nello scuro.  Le femmine
che corrono via nelle pozzanghere
quando grida di sé la primavera
e è come se le auto si fermassero
e il cielo odora di vecchio e di nuovo.
Madonna mia, che freddo,
che bel freddo…

(Filippo Davoli)

foto gialloesse

View original post

Vaka

*

sigur  ròs

.dono

Matticchio

Matticchio

 

L’abbandono
Non è un dono
È una calamita
Per la vita

Nel cromosoma
Ricordi

 

mM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: