Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Mese: marzo, 2016

Le traiettorie delle mongolfiere

https://tramedipensieri.wordpress.com/2013/03/29/le-traiettorie-delle-mongolfiere/

***

gianmaria testa

testa

…lasciano tracce impercettibili, le traiettorie delle mongolfiere e l’uomo che sorveglia il cielo non scioglie la matassa del volo e non distingue più l’inizio di quando sono partite..

*

“Vi prego, non urlate… non riesco a suonare così. Io non sono un urlatore”.

*

Gianmaria Testa

Playing For Change

 

***

 f a s t o c k

 

 

Carla Cerati – Chi sono e come vivono gli altri?

Carla Cerati è stata una fotografa e scrittrice.

Carla Cerati

Carla Cerati

“La fotografia le serviva per documentare il presente la parola per recuperare il passato.”

 

Scoperta casualmente così come spesso mi accade scopro una fotografa dell’anima.
Con le sue fotografie per la prima volta Carla Cerati mostra al mondo l’interno della realtà dei manicomi.

Carla Cerati

Carla Cerati

 

Il suo libro “Morire di classe” mostra il volto di una “società” fantasma ri.chiusa e inesistente.

La condizione manicomiale, fu per l’Italia dell’epoca un vero choc; era il 1969 quando venne pubblicato questo libro insieme a Gianni Berengo Gardin diede un grosso contributo alla spinta del movimento d’opinione che poi portò all’approvazione della legge Basaglia.

 

Carla Cerati - Firenze 1968

Carla Cerati – Firenze 1968

Un invito a non chiudere mai gli occhi.

***

La dimenticanza sorta
sotto il fendente,
ha catturato le pareti […]

Prepara uno straccio
per raccogliere respiri.

Che cosa fare affinché il quotidiano
torni vivibile in altro modo?
La dimenticanza si scava solchi dove il dramma
è rimosso.

Dominique Sorrente

Beautiful Love

 

*

hank  jones

Per finire

silent-musings dal web

silent-musings dal web

*

***

Forse si scrive
per finire le parole
per trovare il silenzio.

Solo il cuore
rimane inquieto.

Raffaele di Pietro

(runondown.wordpress)

*

Impromptu

 

***

Al piano: Olga Jegunova

 …. musica e poesia .in un unico abbraccio

Guardati dalla mia fame

Coopertina di Dario Zannier

Coopertina di Dario Zannier

 

Un racconto a due voci che parlano da lontano di un caso avvenuto ad Andria; un racconto tra immaginazione e ricostruzione del vero.

La storia delle sorelle Porro e, dietro, un pezzo di storia italiana della Puglia del dopo-guerra, terra di passaggio dove si incontrano reduci, transfughi, tedeschi e allegati in occasione di un comizio di un politico e sindacalista; è in questa occasione che avviene il linciaggio.
La folla di braccianti e delle loro donne che si trasformano in feroci assassini.

“A me (Milena) la vicenda privata delle sorelle Porro; a Luciana il coro della moltitudine che passa sulla terra, sulla sua terra, senza lasciare traccia.”

“abbiamo il dovere di sapere e di dire quello che sappiamo. Dobbiamo avere il coraggio di essere il meglio di noi stessi” -Pag. 97

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: