UNA VITA DA HOBO

di tramedipensieri

Nessuno è in condizioni di conoscere la vita meglio della popolazione migrante.

ZID INFORMACIJE

« Hobo non è solo un lavoratore nomade, è anche uno che si gode la vita, un superstite del romanticismo. Nutrito di un immaginario potente, impersona la figura del pioniere, dell’esploratore»

Così Franck Michel presenta la figura dell’HOBO, un vagabondo, un senzatetto, una persona che viaggia, libero da tutto e da tutti, alla ricerca di risposte che non ha scovato in una vita precedente. Si lascia tutto alle spalle, la bella vita, le comodità, pronto ad abbracciare la SEMPLICITA’. Una vita semplice, fatta di viaggi ed avventure, come si trova nei libri, anche lui hobo, dello scrittore  Jack London, o avvicinandoci ai giorni nostri, in quelli del “ribelle” Jack Kerouac, con il suo capolavoro e manifesto della Beat Generation, il libro On The Road.

Immagine

La cultura hobo nasce alla fine dell’800 in America e i primi vagabondi sono stati dissocupati ed orfani…

View original post 263 altre parole

Annunci