Le dune

di tramedipensieri

Lia

Cammino in un mare rovesciato
le braccia non sono più remi, né serve osservare
sottovento la direzione delle bandiere.
Se guardo le stelle capisco
che contengono rotte
che non ho mai immaginato di possedere.
Risalirò un’altra duna
cercando di essere più leggera
ci sarà pure un posto
che non dia solo dolore,
un calcolo,
che moltiplicato
per quello che non ho,
dia finalmente un numero.

A. Spissu