Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Mese: gennaio, 2013

Kelly

Giovanni Bomoll

 

Reti-coli

Prigione con reticoli

Ricordo i lager di ieri.

Rifletto su quelli di oggi.

mM

The start of something

Porcupine Tree

Sassi

sassi

Così i bambini giocano
a non ridere per primi
guardandosi negli occhi
e alcuni sono così bravi
che diventano tristi
per la vita intera

M. Mari

Ipnotico

China my China

Corrispondenza

sacabojosephine

sacabojosephine

E così, mia cara amica, Lei desidera che io Le scriva; ma non vuole notizie personali, pettegolezzi, belle frasi: vuole una corrispondenza seria, istruttiva, il più possibile scientifica. È un brutto affare!
Che cosa c’entro io con la scienza, poveretto?

Quel poco di scienza di cui mi servo nella pratica medica non Glielo posso esporre, altrimenti Lei scoprirebbe le magagne nascoste sotto il camice che indossiamo con tanto di autorizzazione statale.

Ma forse La potrò accontentare raccontandoLe perché ho voluto fare il medico, e come sono giunto al mio atteggiamento di rifiuto nei riguardi della scienza.

Georg Groddeck – Il libro dell’Es

Storia minima

Paolo  Conte

Cerchio magico

I semi della bontà Stefania rondelli

Stefania Rondelli

«Nessun uomo può vagabondare senza una base.

Bisogna avere una sorta di cerchio magico a cui si appartiene.

Non è necessariamente il posto in cui si è nati o in cui si è stati allevati.

E’ un posto con cui ci si identifica».

Bruce Chatwin (Sulla collina nera)

Dounia


Rokia Traore

Africa

Africa

Africa, Africa Dove sei mia Africa.
Era grande e piena di sé.
Poi visi sconosciuti si accorsero di te.
Un lampo nella notte, ti squarciò, e con odio ti colpiva al cuore.
Africa, Africa. Dove sei ora mia Africa.
Mille parole spese nel vento Mille sguardi persi nel tempo.
Paura, timore, barlumi di luce.
Poi la fine di un sogno remoto.
La rabbia rimane nel vederti bruciare.
Non serve piangere ne pregare.
E’ compiuto il miracolo dei” grandi”
La vittoria è loro, che applaudono gioiosi senza considerare…!
Ora penso, che ne sarà di loro?

Africa, Africa Dove sei mia Africa
Se guardi vicino al ponte Vedi, briciole di casa rossa mentre la luna è ormai gobba fa veder il misfatto senza parola. Raccolgo i segni son solo pietre rosse non mi rimane che questo da stringere al cuore.
Dove sei mia Africa Dimmelo tu dove sono le speranze, cresciute e cullate da anime vaganti era un sogno d’amore cresciuto e desiderato da me.
Sogni crollati, schiacciati in un solo momento, maledetto! han segnato per sempre il mio cuore Mama Africa

G. Campana

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: