Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Certi angoli segreti

 

Enrico Rava

Pier

Pier Paolo Pasolini – Lettere luterane

 

Uno dei temi più misteriosi del teatro tragico greco è la predestinazione dei figli ai pagare le colpe dei padri.

Non importa se i figli sono buoni, innocenti, pii: se i loro padri hanno peccato, essi devono essere puniti.

E’ il coro – un coro democratico – che si dichiara depositario di tale verità: e la enuncia senza introdurla e senza illustrarla, tanto gli pare naturale.

Confesso che questo tema del teatro greco io l’ho sempre accettato come qualcosa di estraneo al mio sapere, accaduto “altrove” e in un “altro tempo”. Non senza una certa ingenuità scolastica, ho sempre considerato tale tema come assurdo e, a sua volta, ingenuo, “antropologicamente” ingenuo.

Ma poi è arrivato il momento della mia vita in cui ho dovuto ammettere di appartenere senza scampo alla generazione dei padri.  Senza scampo, perchè i figli non solo sono nati, non solo sono cresciuti, ma sono giunti all’età della ragione e il loro destino, quindi, comincia a essere ineluttabilmente quello che deve essere, rendendoli adulti.

Il resto qui http://www.napoliassise.it/paginesparse/pasoliniigiovani%20infelici.pdf

 

Pier

 

Dove

Ed Fairburn

Non sai mai dove sei.
Non sei mai dove sai.

Giorgio Caproni, 1979

C’ero.

C’ero soltanto.
C’ero. Intorno
cadeva la neve.

Kobayashi Issa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: